Malta Sud

La parte meridionale di Malta è la regione più ricca di tutto l’arcipelago, in termini di storia e patrimonio architettonico. Partendo da Ghar Dalam, la grotta che conserva le testimonianze dei primi insediamenti umani presenti a Malta e risalenti a circa 7.600 anni fa, questa regione è disseminata di resti preistorici .
La città di Tarxien è la sede dei Tarxien Temples che risalgono a 3600 a.C. 2500 a.C. e sono il più grande complesso di templi a Malta, formati da quattro strutture megalitiche. Nelle vicinanze si trova l’Ipogeo di Hal Saflieni , uno dei siti patrimoni dell’umanità dell’UNESCO a Malta, un monumento sotterraneo unico e superbo esempio di architettura. Risalente al 3600 a.C., i corridoi labirintici, le stanze e i passaggi scavati nella roccia sono una prodezza straordinaria di ingegneria preistorica. Microclima del sito è severamente regolato a fini di conservazione, pertanto solo ad un numero limitato di visitatori è consentito ogni giorno l’accesso.
I gioielli preistorici della regione sono coronati da i templi di Hagar Qim e Mnajdra, alcuni dei più antichi templi autoportanti al mondo che, insieme con i templi di Tarxien e le strutture presenti a Gozo, confermano la teoria che Malta era una volta un ” Isola Sacra ” per le comunità preistoriche .

Le ex paludi industriali di Marsa appena fuori Valletta creano le storiche Tre Città che fiancheggiano l’estremità meridionale del Grand Harbour, il Porto Grande. Vittoriosa, Senglea e Cospicua hanno da poco subito una ristrutturazione, mettendo in evidenza lo splendore della loro antica architettura dominata da Forte St. Angelo e il quartiere generale dei Cavalieri di San Giovanni. Il moderno porto turistico, che ospita puntualmente magnifici super yacht, rinnova la tradizione marinara delle Città “.

Come se i tesori storici della regione non fossero abbastanza , il sud di Malta è ulteriormente impreziosito da alcune zone di straordinaria bellezza naturale, offrendo un idillio rurale, un antidoto al trambusto della vita di città. Dalle acque cristalline della Blue Grotto alla natura incontaminata nelle valli di Wied iz- Zurrieq e Wied Babu fino alle spiagge tranquille Ghar Lapsi e Pretty Bay, la regione dispone di ricchezze naturalistiche infinite.

Sulla punta meridionale dell’isola si trova Marsaxlokk, principale porto di pesca di Malta. Colorate barche da pesca, i  Luzzu, con il mitico occhio di Osiride dipinto sulle loro prue per scongiurare la sfortuna, punteggiano la baia. Il villaggio la domenica è conosciuto per il mercato del pesce che offre un affascinante spaccato della vita locale.

Con tanta varietà, non sorprende che il Sud di Malta funge spesso da sfondo per programmi M.I.C.E. Marsaxlokk è popolare per organizzare pranzi sia in uno dei suoi numerosi ristoranti di pesce o all’aperto nel porto. Le strade di campagna che in alcuni percorsi toccano i più importanti siti storici sono spesso utilizzati per attività di team – building, per un tuor ricco di cultura, adatto per gruppi di piccole dimensioni, si può visitare l’ Ipogeo o godere di degustazione di vini presso il Palazzo dell’Inquisitore a Vittoriosa. Un’idea per l’indimenticabile cena finale è dirigere gli ospiti alla volta del Grand Harbour navigando a bordo di un caicco e sorseggiando cocktail pre-cena prima dello sbarco a Vittoriosa per la cena, presso il Museo Marittimo .